google-robot-wp

Semplifica il tuo Robot.txt di WordPress e vinci su Google

Internet Commenti

Tempo fa parlai a tutti i miei lettori di come poter costruire un robot.txt perfetto per il proprio blog wordpress. Da allora ne è passato di tempo e in fin dei conti le cose cambiano e anche il pensiero relativamente ad un argomento.

Diciamo che se pur avrei dovuto avere più giudizio e fare più test prima di dare alcuni consigli, immagino che l’importante sia ricredersi e mentre allora consigliai un robot.txt abbastanza creativo, ora mi sento di dire che snellirlo è davvero utile ai fini di una sana indicizzazione.

Bloccare tutto col Robot.txt può addirittura far danni

Il Disallow facile non fa bene. Prima si tendeva ad aver paura di tutto ciò in cui Google metteva il naso. Il blocco sulle cartelle, sui feed, sui commenti e su tutto quando non fossero link utili ci aveva dato alla testa. Pensa che bloccare un feed può voler dire bloccare una bella porzione di URL discovery considerando che il Feed è identificabile a tutti gli effetti come sitemap da parte di Google.

Ad oggi dopo svariati esperimenti mi sento di consigliare un Robot.txt puro e semplice:


Sitemap: http://www.TUOSITO.it/nome_tua_sitemap.xml

User-Agent: *

Disallow: /wp-content/plugins/

E bloccherei giusto la cartella dei plugin perché come diceva il buon Yoast alcuni sviluppatori hanno la brutta abitudine di aggiungere index.php che link ai loro siti. per il resto, non aggiungerei altro. Fatta eccezione per qualche tua esigenza personale puoi quindi star sereno senza essere troppo preoccupato che il tuo Robot sia sporco o poco curato.

E dato che sono in tema, e mi sta a cuore che la SEO del tuo blog sia curata nel modo giusto, colgo occasione di consigliarti una Guida SEO per WordPress scritta da Andrea Pernici, un professionista che sa il fatto suo e da cui spesso cerco di imparare qualcosa.

Se hai da aggiungere il tuo pensiero in merito, puoi commentare qui sotto ;)

Aggiungi valore al Post con pochi click!