sunday-blogger

Come non diventare il Blogger della domenica

Lavoro Commenti

Magari non c’è nulla di male, ma essere il Blogger della domenica mostra chiaramente ai tuoi lettori che non hai tempo per il tuo blog o che non vuoi dedicargliene abbastanza, che alla fine è anche peggio.

Tra mille impegni ritaglia il tempo per il tuo blog

Io lo so che è difficile essere costanti come tanti blogger sulla piazza italiana. Molti di loro hanno una pianificazione impeccabile e quindi invidiabile. Perché la costanza ti ripaga, e dire il contrario è da sciocchi. E non posso insegnarti ad essere costante, perché se mi segui sai che non lo sono nemmeno io.

Quel che posso suggerirti è almeno di pianificare degli obbiettivi. Darsi un tempo ti porta solo a guardare ossessivamente l’orologio. Al contrario, avere un obbiettivo da raggiungere può darti la motivazione giusta per completare i tuoi post, senza limiti che tu stesso ti imponi.

Tempo fa scrivevo sul come, generalmente, si può risparmiare tempo sul web evitando brutte abitudini. Ma oggi ti dico qualcosa di più specifico. Trova 1 ora al giorno per 5 giorni a settimana.

Ti sembra troppo? Non lo è. E se solo lo pensi, immagino che il blog non è la tua attività principale (in genere non lo è mai). Ma il punto è che averne uno è un impegno che vale la pena di onorare.

Per 1000 motivi dovresti includere un blog nella tua vita, ma tra tutti c’è il piacere di poter condividere con calma le proprie opinioni ed è proprio per questo non puoi ammassare la tua attività di blogging negli unici due giorni in cui dovresti rilassarti. Al contrario devi esprimerti quando la tua opinione è calda, ma non appena hai letto il tema, perché così è di getto e non va bene, ma la sera. Magari quando torni a casa puoi investire un po’ del tuo tempo in una bella riflessione quando le tensioni del giorno si sono distese.

Non considerare il tuo blog un lavoro a tempo pieno

Si può fare blogging quotidianamente, ma senza essere oppressi dalla ricerca di argomenti. Perché basta scorrere lo stream di Twitter o meglio di Facebook per trovare il tema dibattuto dal tuo influenzer preferito e sviluppare la tua opinione, che non deve finire persa tra i suoi commenti ma magari in una sana risposta strutturata sul tuo blog. Vedrai che se è un’opinione valida e pertinente potrai perfino permetterti di suggerirla in quella stessa discussione senza essere accusato di auto-promozione.

Non a caso è Venerdì, prenditi due giorni di riposo

Esci, incontra gente e non pensare al tuo blog. Lunedì inizierà bene la tua settimana, te lo assicuro. Correre sulle notizie è per chi ha un team strutturato, e ho il dubbio che tu che hai trovato il mio post non fai parte di questa categoria. La verità è che se anche tu sei alle prime esperienze di blogging puoi permetterti di staccare la spina almeno due giorni a settimana. Non è necessario che tu sia sempre qui connesso a scrivere, o almeno non lo è sempre.

Io penso che i “qualunquecosa” della domenica non siano mai veramente quel che vorrebbero. Fare blogging è vivere il proprio blog. E bisogna farlo nella propria quotidianità, non quando avanza tempo. Non in momenti potenzialmente dedicabili al riposo.

Pensaci! Ah… ci leggiamo lunedì naturalmente, ci conto! =)

Aggiungi valore al Post con pochi click!